Categorie

Regolare l'altezza della sella della bici da corsa: ecco come fare

Pubblicato il: 22/02/2021

Perché è importante saper regolare l’altezza della sella della bici da corsa?

Per ottenere le migliori prestazioni a bordo di una bici da corsa, per divertirsi e allenarsi in totale sicurezza, garantendo la massima potenza e performance del mezzo e con il migliore comfort possibile, è fondamentale regolare l’altezza della sella della bici secondo le misure del proprio corpo: l’altezza della sella, infatti, è il parametro biomeccanico più importante in assoluto, in base al quale regolare tutti gli altri (ad esempio l’arretramento della sella o la distanza tra il manubrio e la sella).

Vediamo dunque che cos’è di preciso e come regolare al meglio l’altezza della sella della bici da corsa.

Cosa si intende esattamente per altezza della sella della bici da corsa

L’altezza della sella, a livello tecnico-scientifico, è quella distanza che c’è tra il piano della sella e il centro esatto del movimento centrale, che corrisponde al centro anatomico della sella, dove essa solitamente ha una larghezza di circa 7,2/7,5 cm.

Regolare l’altezza della sella della bici da corsa: ecco perché è così importante 

Ci sono diversi ordini di motivi per cui è fondamentale saper regolare l’altezza della sella della bici da corsa.

Salute

Il primo e più importante è legato alla salute: infatti, posizionarsi alla giusta altezza aiuta a non sovraccaricare le ginocchia e la schiena o a non provocare lesioni muscolari, mantenendo una posizione corretta di tutto il corpo dal punto di vista biomeccanico.

Confort e sicurezza

Regolare l’altezza della sella è inoltre importante per pedalare e allenarsi in modo confortevole e sicuro, traendo il massimo della potenza e della resa dalla bici da corsa senza fare una eccessiva fatica e senza compromettere il proprio organismo. 

In estrema sintesi, si può dedurre che se la sella è troppo in alto la pedalata non riuscirà ad imprimere la giusta spinta per garantire la reale potenza del mezzo; se al contrario essa è troppo in basso c’è un elevato rischio di sovraccaricare le ginocchia e di conseguenza di farsi male. 

Bisogna però ricordare che non è immediato riuscire a trovare subito l’altezza esatta della sella, e che non esiste un valore preciso e invariabile nel tempo: esso infatti si colloca più che altro all’interno di un piccolo range che può leggermente variare a seconda dell’affaticamento o dell’allenamento muscolare del momento.

Come fare per regolare l’altezza della sella di una bici da corsa

Il metodo migliore e più sicuro per regolare l’altezza della sella della bici da corsa con esattezza è rivolgersi a un esperto in grado di effettuare una visita biomeccanica in un laboratorio apposito, oppure anche a un negoziante del settore in grado di fornirvi indicazioni precise utilizzando gli strumenti di misurazione adeguati.

In alternativa, se non si vuole o non si può affrontare la spesa di un test biomeccanico, si può comunque individuare con precisione l’altezza ideale della sella prendendo alcune misure, fondamentali per regolare al meglio i parametri biomeccanici.

Per farlo, nei decenni sono stati studiati diversi metodi; eccone alcuni, sia scientifici basati su formule matematiche che empirici basati su esperimenti e sensazioni (naturalmente più imprecisi rispetto al primo tipo):

  1. Misurare l’altezza del proprio cavallo (a piedi nudi e considerando lo spessore del fondello dei pantaloncini da ciclista)

  2. Moltiplicare la misura dell’altezza del cavallo per un coefficiente numerico (nel metodo Hinault si moltiplica per 0,885; nel metodo Le Mond per 0,883; nel primissimo metodo, studiato da Hamley e Thomas, per 1,07, da cui sottrarre poi la lunghezza delle pedivelle): il numero che ne risulta è l’altezza ottimale della sella

  3. Un metodo empirico è costituito dal tocco della punta dei piedi sul terreno. Una volta posizionata la sella, bisogna sedercisi sopra e distendere le gambe: se l’altezza della sella è esatta, le punte dei piedi sfiorano terra. Un altro esperimento, inoltre, è dato dal metodo della pedalata all’indietro: se dopo una pedalata all’indietro il tallone si trova sul pedale con la gamba ben distesa, allora la sella è regolata all’altezza giusta

  4. Se si esegue una visita biomeccanica, si può constatare come l’altezza ideale della sella della bici da corsa si trova quando il ginocchio, a pedale orizzontale, arriva a un angolo di circa 150-155 gradi, come è emerso dagli studi di Andrew Pruitt, garantendo così una flessione pari a 25°-30°

  5. Infine, pedalando e registrando le sensazioni corporee, si può leggermente aggiustare il tiro andando verso la posizione più confortevole (ricordando che questo non è un metodo scientifico ma sperimentale).

35% di sconto

35% di sconto sulla tua e-mail

Registrati e ricevi via e-mail offerte con sconti fino al 35% su migliaia di prodotti

Ho letto e accetto l'informativa relativa al Trattamento dei Dati Personali ai sensi del Regolamento UE 2016/679 artt. 13 e 14 e voglio iscrivermi alla newsletter. (*)